ALLA SOCIAL GALLERY SPAZIO ALLA MOSTRA DI BIBI ELLE INTITOLATA "IL POSTO SICURO"

Venerdì 12 aprile, alle ore 18.00, nuovo appuntamento alla Social Gallery di via Porcu 43, diretta da Jo Coda, nell’ambito del V-Art Festival Internazionale Immagine d’autore. In agenda il vernissage della fotografa Bibi Elle che presenta “Il Posto Sicuro”.

Data:
9 aprile 2024

Visualizzazioni:
679

Venerdì 12 aprile, alle ore 18.00, nuovo appuntamento alla Social Gallery di via Porcu 43, diretta da Jo Coda, nell’ambito del V-Art Festival Internazionale Immagine d’autore. In agenda il vernissage della fotografa Bibi Elle che presenta “Il Posto Sicuro”.

 

L’artista si definisce nata due volte. Figlia degli anni ‘80, vive un primo trentennio di produzioni musicali in cui si rapporta prevalentemente col popolo della notte. Plasmata dalle suggestioni del suo tempo, sveste quindi la sua anima di ogni identificazione per indossare un corpo e una missione artistica rinnovati. Il suo linguaggio fotografico è un caleidoscopio onirico in bilico tra memoria e oblio; ogni opera è battezzata dalla musica, unico punto fermo di una vita all’insegna della metamorfosi.

‘Un posto sicuro’  è un luogo dove ritrovare quello che non siamo mai stati. Altre dimensioni. Tempo senza mai vento, senza pioggia né cielo. Gli amanti. Nonostante il passare del tempo e le sfide che possono incontrare, rimangono saldi e fedeli l'uno all'altro. La stabilità e l'eternità del nostro amore, come essere congelati in un momento di passione e intimità che non cambia nel corso degli anni. Possiamo essere una metafora potente per l'amore duraturo e inalterabile nel tempo? E il dolore che proviamo gradualmente si attenua, fino a scomparire del tutto. Sopportabile e gestibile. Oppure è illusione. Trasformazioni. Mutazioni.

E la fotografia assume forma umana, dipinta con il freddo e con il caldo, con il sole e con il ghiaccio. Tempo senza mai vento né pioggia. Il momento statico che dimora in ognuno di noi ci abbandona. E colpisce al cuore. Corpo come paesaggio emotivo. I colori si mescolano e si alternano per creare una varietà infinita di tonalità, così anche l'anima umana può essere ricca e complessa, caratterizzata da una molteplicità di sentimenti e sensazioni. Paesaggio impulsivo. Un insieme di istinti che sperimentiamo in un dato momento, in una situazione specifica. Impulsi si susseguono e si manifestano nella mente, creando un'immagine di movimento, flusso di pensieri e azioni guidate dall'istinto o dalla spontaneità. Apparente. Madri e padri. Fratelli e sorelle. Amici, complici e amanti. Un film d’altri tempi. Oggi entità fluide alla ricerca di un solco in cui diventare ruscello. Fiume, poi mare. In altri spazi.

Ciò che determina l’opera di Bibi Elle è questo. Corpo che ha confine solo in un altro corpo. Spazio che non sconfina ma che si adegua. Un posto sicuro.  Lo cercano in tanti. Desiderio di appartenere e di mantenere, comunque, un’indipendenza. Non c’è tormento. Non ne abbiamo bisogno. C’è tanta bellezza, nonostante tutto. E questa collezione ispira prospettive. Ci porta avanti. Il mondo non è stato creato una volta, ma tutte le volte che è sopravvenuto un artista originale. Let’s Dance! 

L’esposizione sarà visitabile fino al 26 aprile 2024, dal martedì al sabato, con orario dalle ore 17.00 alle ore 20.00. L’ingresso è gratuito. Per informazioni e prenotazioni scrivere una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
09/04/2024, 15:17

Potrebbero interessarti