IL LAVORO DEI SERVIZI SOCIALI E LE PROPOSTE DEI CITTADINI AI TAVOLI TEMATICI IN CENTRO

Dopo il successo a Flumini della settimana scorsa, la seconda giornata dedicata ai tavoli tematici promossi dall'Assessorato comunale ai Servizi Sociali si è svolta oggi nella città compatta, nella centralissima sede Servizi in Centro di via Zara, bissando la considerevole adesione del primo incontro e confermando ancora una volta la voglia di partecipazione e l’interesse della cittadinanza per le tematiche sociali.

Data:
21 dicembre 2023

Visualizzazioni:
861

Dopo il successo a Flumini della settimana scorsa, la seconda giornata dedicata ai tavoli tematici promossi dall'Assessorato comunale ai Servizi Sociali si è svolta oggi nella città compatta, nella centralissima sede Servizi in Centro di via Zara, bissando la considerevole adesione del primo incontro e confermando ancora una volta la voglia di partecipazione e l’interesse della cittadinanza per le tematiche sociali.

La sede staccata dei Servizi Sociali ubicata davanti al sagrato della Basilica di Sant’Elena e chiamata Servizi in Centro è stata individuata e utilizzata per la giornata dedicati ai tavoli tematici. Un momento di incontro, di riflessione, per avere un contatto diretto con la cittadinanza quartese, per ascoltare opinioni e suggerimenti, per tastare il parere e capire dove si può migliorare ulteriormente.

Confermate le 4 macro-aree già scelte per il primo incontro di via Rimini a Flumini: ‘Adulti in difficoltà e Marginalità sociali’, ‘Minori e famiglie’, ‘Disabilità e leggi di settore’, ‘Volontariato’. La prima parte dell’incontro è stata però dedicata all’esposizione di quanto si sta facendo e di cosa si intende fare in città per il sociale, per le persone e le famiglie che per vari motivi si trovano in condizioni di difficoltà.

A partire dal discorso PLUS Ambito Quartu-Parteolla, il Piano Unitario Locale dei Servizi alla Persona per il quale il Comune, dopo qualche anno di pausa, sarà nuovamente capofila. Approfondimenti vari, anche a seguito delle richieste dei partecipanti, sono stati poi dedicati ai rimborsi per luce e gas per persone diversamente abili, variabili a seconda della propria condizione, all’importanza dell’ISEE per la fruizione dei servizi, alla Legge 162, all’assistenza psicologica, ai servizi che verranno offerti per giovani e anziani, ma anche alle persone fragili non disabili, psicologicamente deboli e che necessitano di mantenere una condizione domestica dignitosa. Ed è stato annunciato che dopo 12 anni torna il servizio di assistenza domiciliare.

Nel pomeriggio poi spazio alle discussioni più approfondite sui quattro contenuti scelti, con la divisione dei partecipanti in base alle iscrizioni ricevute e la possibilità per tutti di esprimere suggerimenti e punti di vista, utili a una crescita generalizzata della città e quindi della comunità.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
21/12/2023, 18:43

Potrebbero interessarti