IL 22 APRILE È L'EARTH DAY, QUARTU LA CELEBRA CON #CUCIREL'ACCOGLIENZA

Venerdì 22 aprile si festeggia la Giornata Mondiale della Terra e anche Quartu è pronta a fare la sua parte per onorarla, con una serie di iniziative in programma sia nel centro città che nel lungomare, tutte mirate a mettere in guardia la popolazione sulla necessità di preservare e rinnovare gli equilibri ecologici minacciati, dai quali dipende tutta la vita sul pianeta.

Data:
20 aprile 2023

Visualizzazioni:
1112

Venerdì 22 aprile si festeggia la Giornata Mondiale della Terra e anche Quartu è pronta a fare la sua parte per onorarla, con una serie di iniziative in programma sia nel centro città che nel lungomare, tutte mirate a mettere in guardia la popolazione sulla necessità di preservare e rinnovare gli equilibri ecologici minacciati, dai quali dipende tutta la vita sul pianeta.

Conosciuta e celebrata a livello planetario come Earth Day, la Giornata è l‘evento green più partecipato del mondo. Si calcola infatti che ogni anno, nel periodo dell’equinozio di primavera, si mobilitino circa un miliardo di persone. L’istituzione risale al 1969 e si deve a un attivista per la pace, John McConnell, fortemente convinto della necessità che gli esseri umani abbiano l’obbligo di occuparsi della Terra e debbano condividere le risorse in maniera equa. A San Francisco, durante la Conferenza dell’Unesco, propose una giornata per celebrare la vita e la bellezza del nostro pianeta e per promuovere la pace.

E a Quartu il 22 aprile sarà l’occasione per mostrare i risultati del progetto di coesione sociale finanziato dall’Amministrazione comunale, Assessorato alle Politiche Sociali e Generazionali, e realizzato in collaborazione con l’Associazione La Matrioska. I capi nati dal programma #cucirelaccoglienza2023 saranno i veri protagonisti di una sfilata di moda organizzata in occasione della Giornata Mondiale.

Cura, amore e creatività sono gli ingredienti del successo dell’iniziativa. Nell’occasione infatti si avrà modo di apprezzare il risultato del lavoro svolto durante i mesi del progetto dalle donne straniere che, partecipando ad un corso di taglio e confezione di primo livello, hanno dato vita a dei capi d'abbigliamento unici, partendo dal recupero di tessuti frutto di donazioni o dead stock. In un mondo in cui le logiche consumistiche non hanno fatto altro che aggravare situazioni già precarie, un bel contributo anche per la lotta agli sprechi e a vantaggio del riciclo, che significa maggior rispetto per l’ambiente del nostro pianeta.

E un’occasione di riscatto sociale, attraverso l’apprendimento delle competenze di un mestiere artigianale e la crescita dell’autostima, dell’autorealizzazione e potenzialmente anche dell’autonomia. Una bella occasione di aggregazione, utile anche in chiave occupazionale, perché stimolo per l’autoimprenditorialità oltre che per l’integrazione.

L’evento, che nasce anche in collaborazione con il Centro Commerciale Naturale La via del Mare, sarà accompagnato da diverse iniziative collaterali, già a partire dalle 16, tra musica, allenamenti di gruppo in spin bike e, organizzata da Cittadinanza Attiva Oikos, la passeggiata ecologica. La sfilata è in programma alle 18 in piazza Santa Maria.

Inoltre in mattinata nel lungomare Poetto è previsto un intervento di pulizia ambientale, a cura dell’associazione Plastic Free. L’appuntamento è fissato per le 9.30 in piazza Olla, con un programma che prevede un’attività di circa due ore. L’obiettivo dichiarato è creare maggiore consapevolezza sul problema dell’inquinamento da plastica e degli abbandoni abusivi, dal singolo gesto del rifiuto lasciato per strada alle discariche abusive. “Un impegno e un’attenzione costante oggi ci permetteranno di avere ancora Pianeta domani” è infatti il motto dell’iniziativa.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
20/04/2023, 18:08

Potrebbero interessarti