ARRIVA A QUARTU L’EVENTO ITINERANTE CHE RACCONTA LA CARRIERA DI RAFFAELE PISU

Anche Quartu aderisce alle celebrazioni per la lunga carriera di Raffaele Pisu - scomparso nel 2019 a 94 anni - con la partecipazione al progetto “Raffaele Pisu Mattatori Brava Gente”, che ha visto il coinvolgimento di diverse città italiane.

Data:
14 marzo 2023

Visualizzazioni:
1324

Anche Quartu aderisce alle celebrazioni per la lunga carriera di Raffaele Pisu - scomparso nel 2019 a 94 anni - con la partecipazione al progetto “Raffaele Pisu Mattatori Brava Gente”, che ha visto il coinvolgimento di diverse città italiane. L’evento itinerante ripercorre i 70 anni di attività del poliedrico artista, attraverso una mostra fotografica, una video installazione, la presentazione di un libro a lui dedicato, la proiezione del restaurato ‘Italiani Brava Gente’ e anche l’esposizione dei suoi quadri.

Raffaele Pisu è stato un prolifico showman, attore radiofonico, teatrale cinematografico e televisivo, comico, conduttore, un vero simbolo dell’Italia del dopoguerra e delle decadi a seguire. Ha attraversato il periodo d’oro della radio, della televisione e del cinema italiano.

Inaugurato a Pesaro il 25 novembre scorso, con tappe anche alla Casa del Cinema di Roma e a Bologna, l’omaggio si concluderà nell’Isola originaria della famiglia di Pisu. Da venerdì 17 a mercoledì 29 marzo sarà infatti a Quartu Sant’Elena presso l’Ex Convento dei Cappuccini. Nel corso dell’inaugurazione del 17 marzo verrà presentato ufficialmente il volume ‘Raffaele Pisu Mattatori Brava Gente’ di Andrea Maioli; farà seguito la proiezione della versione restaurata del film ‘Italiani brava gente’ presentata nel 2018 alla Festa del Cinema di Roma grazie al finanziamento di Genoma Films e al restauro del Centro Sperimentale di Cinematografia - Cineteca Nazionale.

L’evento celebrativo ripercorre l’effervescente carriera di Pisu anche con una mostra di fotografie tratte dall’archivio privato, con una video installazione che proporrà in loop volti ed espressioni dell’artista e con un secondo video in cui è montata una sequenza di brani tratti da un’intervista realizzata nel 2019 dal figlio Antonio quando Raffaele aveva 92 anni. Inoltre, una sezione della mostra è dedicata alle sue molteplici interpretazioni cinematografiche e in particolare al film ‘Italiani brava gente’ (1964), di Giuseppe De Santis, in cui l’attore si distinse in un inedito e straordinario ruolo drammatico. Saranno esposte rare foto di backstage scattate durante le riprese.

Il progetto è di Genoma Films dei fratelli Paolo Rossi Pisu e Antonio Pisu e Marta Miniucchi; quest’ultima ne ha curato anche la direzione artistica. L’evento è realizzato con il sostegno del MIC-Direzione Generale Cinema e Audiovisivo, dopo aver vinto il bando “Progetti speciali per il cinema e l’audiovisivo anno 2021” e in collaborazione con il Comune di Quartu Sant’Elena, CSC Cineteca Nazionale, Casa del Cinema di Roma, Istituto Luce Cinecittà, Fondazione Cineteca di Bologna, Fondazione Sardegna Film Commission, Calzanetto, Zen, Zig Zag, Ebano.

 

Pisu-Manifesto-Sardegna-marzo-2023

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
15/03/2023, 12:38

Potrebbero interessarti