ANCHE QUESTO WEEKEND A 'INCANTI' PRESENTAZIONI LIBRI, STORIA E ARCHEOLOGIA

Con orario d’inizio un po’ anticipato rispetto alle abitudini estive, ‘Incanti’ prosegue con il suo cartellone ricco e variegato anche durante l’autunno, con il doppio obiettivo dichiarato di promuovere la cultura, ma anche di valorizzare e in alcuni far conoscere i due gioielli del litorale costiero quartese, il Nuraghe Diana e la Villa Romana, siti archeologici che stanno finalmente conquistando quella maggiore attenzione che meritano.

Data:
7 ottobre 2022

Visualizzazioni:
698

Con orario d’inizio un po’ anticipato rispetto alle abitudini estive, ‘Incanti’ prosegue con il suo cartellone ricco e variegato anche durante l’autunno, con il doppio obiettivo dichiarato di promuovere la cultura, ma anche di valorizzare e in alcuni far conoscere i due gioielli del litorale costiero quartese, il Nuraghe Diana e la Villa Romana, siti archeologici che stanno finalmente conquistando quella maggiore attenzione che meritano.

 

Questo fine settimana il primo appuntamento, venerdì 7, prevede la conferenza dal titolo ‘Acque sacre, acque profane. Santuari e templi della Sardegna nuragica’. L’approfondimento è curato dalla Dottoressa Gianfranca Salis, Funzionario archeologo della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Cagliari e le Province di Oristano e Sud Sardegna. L’avvio dei lavori è previsto per le ore 19 e sarà preceduto come di consueto dalle visite guidate, dalle 17.30 alle 18.45, a cura dell’Archeologa Patrizia Zuncheddu.

Visite in programma anche sabato 8 ottobre, dalle 17 alle 18. A seguire la presentazione del libro ‘Paura di guarire: un racconto autobiografico’, di Ivano Argiolas. Dialogherà con l’autore Manuela Arca. Lo scrittore, classe 1974, in passato ha svolto l’attività di fotografo e ha collaborato alla stesura di diversi spot pubblicitari, cortometraggi e docufilm. Sempre combattendo i problemi causati dalla talassemia, malattia ereditaria molto frequente in Sardegna che lo costringe alle trasfusioni di sangue. Nel 2013 si è sottoposto a New York a un esperimento di terapia genica per tentare di guarire: non ha ottenuto il risultato sperato, ma è stato comunque utile alla comunità scientifica. Attualmente è impegnato nella scrittura sperimentale di un romanzo dal titolo provvisorio ‘Nelle migliori famiglie’.

Domenica mattina ormai classico appuntamento alla Villa Romana. Le visite guidate, previste dalle 10 alle 12, saranno a cura della professoressa Maria Spanedda, Presidente del Gruppo Archeologico Kalaritano. Dalle 17 poi il Nuraghe Diana ospiterà il laboratorio ‘Archeotecnica sull’arte della tessitura nel periodo neolitico e nuragico’, a cura dell’artista Angela Demontis, già partecipe nella mostra ‘Atlantika, Sardegna isola mito’, con tre illustrazioni inedite rappresentanti guerrieri nuragici. Appassionata di storia e arte antica, da anni si occupa di ricerca iconografica in campo storico-archeologico. L’weekend si concluderà poi con altre visite guidate al sito millenario, anche in questo caso con l’archeologa Patrizia Zuncheddu.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
07/10/2022, 13:17

Potrebbero interessarti