CON 'RIPENSARE LA CITTÀ C'È CULTURA IN OGNI ANGOLO DEL TERRITORIO DI QUARTU

A Quartu la cultura è ormai in tutti gli angoli del territorio. Con “Ripensare la e le città” sono infatti tantissimi i luoghi coinvolti: dai parchi alle chiese, dalle scuole alle biblioteche, e poi strade e piazze.

Data:
22 settembre 2023

Visualizzazioni:
694

A Quartu la cultura è ormai in tutti gli angoli del territorio. Con “Ripensare la e le città” sono infatti tantissimi i luoghi coinvolti: dai parchi alle chiese, dalle scuole alle biblioteche, e poi strade e piazze. Ma non sono ovviamente tralasciati i luoghi dove gli spettacoli sono più consueti, come l’Ex Convento dei Cappuccini di via Brigata Sassari e l’Auditorium di Sant’Elena, e neanche il litorale, autentico protagonista grazie alla sua indiscussa bellezza e alla presenza di preziose aree archeologiche.

Lunedi 25 settembre torna il Dorian Festival. In biblioteca centrale alle 18 è prevista la presentazione del libro ‘Cercandocieli’, di Rossana Copez. È un viaggio esistenziale tra follia, gioie, delusioni, amore e morte. Amiche, amici, nemici della protagonista e personaggi misteriosi si muovono in una Cagliari che va dagli anni ’70 alla metà degli anni ’90. In un gioco di specchi, l’autrice porta la protagonista alla ricerca di un altrove ma soprattutto di una consapevolezza che potrebbe rivelare la fiammella divina che ognuno custodisce dentro sé stesso. L’autrice è laureata in Filosofia e specializzata in Studi Sardi. Ha scritto con Sergio Atzeni ‘Fiabe sarde’ e con Tonino Oppes ‘Tutti buoni arriva Mommotti’. Ha inoltre pubblicato i romanzi ‘Si chiama Violante’, ‘Terra mala’ scritto con Giovanni Follesa, compagno di lavoro anche nella cura del volume ‘Cent’anni fa arrivò Lawrence’, e ‘Benedetta Judikissa di Càlari’.

Martedì 26, presso l’Ex Convento dei Cappuccini, torna la rassegna cinematografica Kentzeboghes, proposta da Babel, con la proiezione alle 19.30 del documentario “Guai ai vinti. Pane e amianto”, diretto da Paolo Carboni nel 2018. È la cronaca di una battaglia sociale messa in atto da un’associazione di operai che sono stati esposti all’amianto dello stabilimento industriale di Ottana, in provincia di Nuoro. Farà seguito un incontro-dibattito con il regista. La stessa rassegna fa il bis il giorno dopo, mercoledì 27, con gli stessi orari e la stessa location, per la proiezione dei cortometraggi sardi di animazione per bambini e ragazzi “Faulas”, di Michela Anedda (2023), “L’Albero del riccio”, di Chiara Sulis e Jan Carlos Concha (2023), e “Un fenicottero chiamato tango” di Antonella Arca (2021). Anche in questo caso saranno presenti i registi, che parteciperanno a fine proiezione a un incontro-dibattito sui temi trattati dalle pellicole. E dal cinema si passa al teatro. Non troppo distante, infatti, presso l’Auditorium della Basilica di Sant’Elena Imperatrice, alle 19 l’associazione Arcoiris propone uno spettacolo della Compagnia Teatro dell’Anima: il De Amore. È l’amore fra mito e realtà, nella storia del teatro e della letteratura, a cura di Elisa Piano, che ne è anche interprete, insieme a Sara Spanu, Antonella Cadeddu, Mariangela Cogoni, Fabio Loi, Ignazio Xaxa, Rosalba Olla, Manuela Zuncheddu, Caterina Voce e Silvana Marchesi. Sempre il 27, ma nel litorale costiero, è inoltre in programma presso la Biblioteca di Flumini un’altra tappa del progetto AnancheTeatro, che fa riferimento alla corrente artistica conosciuta come Arte relazionale o Arte partecipativa. L’idea precipua è quella dell’uomo come essere in primo luogo creativo, che genera azioni dalle spiccate caratteristiche politiche e sociali. In un connubio tra cultura materiale e immateriale, viene realizzato un laboratorio teatrale eco-logico, nella logica dell’educazione permanente, rivolgendosi ad adolescenti, genitori, nonni e insegnanti.

Doppio appuntamento anche giovedì 28 settembre. Presso l’Antica Casa Olla di via Porcu alle 19 Cada Die Teatro propone lo spettacolo di “Riva Gigi ‘69-’70 – Cagliari al dì dello scudetto”, che racconta la grande impresa tricolore rossoblù. È un monologo di e con Alessandro Lay che, fin dal suo debutto, ha ricevuto consensi convinti da pubblico e critica, per la capacità di far rivivere le gesta di un’icona della storia, non solo sportiva, di Cagliari e dell’intera Sardegna. Luci e suono sono di Giovanni Schirru, il progetto sonoro è di Matteo Sanna, le scene di Mario Madeddu, Marilena Pittiu, Matteo Sanna, Giovanni Schirru, l’organizzazione di Tatiana Floris. Nella Sala dell’Affresco, sempre alle 19, il gruppo vocale Cantigos, organizza la conferenza “Che cos’è la musica?”, che prevede gli interventi di Luigi Oliva, Matteo Atzori e Luigi Pancrazio Delogu.

Venerdì serata ricca di proposte, in centro e nel lungomare. All’Opera Beach Arena è infatti in programma l’evento ‘Summer is back’ che vede coinvolte dalle 19 a mezzanotte diverse associazioni del territorio: da Quasi Quadro a Fashion Academy, da Baetorra a Neverland, e non ultimo il Centro Commerciale Naturale La via del mare, già promotore in questi mesi di tantissime iniziative che hanno animato la zona di viale Colombo. E altre ne verranno… Sarà infatti l’occasione per presentare i prossimi appuntamenti e per darne qualche assaggio: shopping, moda, cibo, arte, sport, educazione e tanto intrattenimento. Sempre nel litorale, ma a Flumini, appuntamento con Sardegna Rossoblù presso il Centro Servizi Flumini con la seconda edizione de ‘Il calcio, il Cagliari e il tifoso’, una serata dedicata allo sport che vedrà in collegamento alcune bandiere rossoblù non più in Sardegna, dialogando con alcuni giornalisti ospiti. Appuntamento fuori città anche con Forma e Poesia Jazz, con il concerto all’alba di Martina Garau e Gianluca Tozzi duo e il birdwatching (a cura di Stefania Contini) al Parco di Molentargius e poi l’escursione e il concerto al tramonto al Parco dei Sette Fratelli – Bruncu Su Soli, con Rauol Moretti.

In centro città invece, presso l’Istituto Comprensivo di via Turati, alle 16, Quartu Scienza Cultura propone uno spettacolo di fisica dal titolo ‘Fisicando’. All’Ex Convento l’associazione Tra Parole e Musica propone prima, alle 19, uno spazio temporale dedicato alla letteratura sarda; ‘Conta’, con Maurizio Pretta e Antonella Puddu, è dedicato ai ragazzi ma anche alle famiglie, e si concentra sulle ragioni per le quali non si dovrebbe mai scendere in guerra. Alle 20 poi ecco il concerto narrativo ‘Storie di sconosciuti salvatori’, di Giuseppe Deiana, con la drammaturgia di Andrea Congia e la coproduzione di ‘Casa di Suoni e Racconti’ e ‘Le Voci di Astarte’; Gloria Uccheddu è la voce recitante, accompagnata da Andrea Congia a chitarra classica/synth. Diversi anche gli spettacoli itineranti: Palazzo d’Inverno propone in piazza Santa Maria ‘Musica sulle ruote’, con Yaris Beltran; l’associazione Ennio Porrino organizza l’evento “Marchingband & Show’, che interesserà strade e piazze varie del centro storico e commerciale della città; con Feel your City Danse Outremer presenta invece lezioni di danza rivolte a persone con disabilità e street show in piazza Sant’Elena e in viale Colombo.

Sabato torna il Dorian Festival, con un doppio appuntamento: la mattina alle 8.30 ecco il corso gratuito di pronto soccorso, nella sede di Quartu Soccorso OdV, in via Cilea. In particolare ci si concentrerà sul BLSD (Basic Life Support Defibrillation) e sulla disostruzione delle vie aeree, sensibilizzando così la popolazione sull’importanza della diffusione dei defibrillatori portatili all’interno di tutto il territorio comunale. Alle 19 invece a Sa Dom’e Farra ecco la presentazione del libro di Sergio GarauL’ineffabile volo”, un racconto di esperienze personali che si intrecciano con la storia di alcuni giovani alle prese con la vita, alla ricerca della propria dimensione esistenziale: è un viaggio esteriore e interiore non privo di sorprese e colpi di scena. Alle 16 invece presso il negozio Primigi E-Motion propone un laboratorio di arte. Non mancherà la musica, con il concerto di Elisa Zedda (voce) e Jordan Corda (vibrafono) proposto da Il Formicaio presso l’Antica Casa Olla alle 21, con un repertorio di standard e brani originali.

Domenica 1 ottobre ecco alle 9.30 l’appuntamento alla Villa Romana, con un altro laboratorio scientifico organizzato da E-Motion dal titolo Our Sea. In serata spazio al 18° Festival Letterario San Bartolomeo, proposto dall’Associazione Arka presso il Centro Servizi Flumini di via San Giovanni, con un incontro dibattito sulla mobilità sostenibile che prevede gli interventi di responsabili di associazioni ciclistiche, ambientaliste, ecologiste. E sempre in via San Giovanni Sardegna Rossoblù propone un incontro con Gesuino Nemes per parlare de ‘Il libro e la Sardegna’. Per gli amanti della danza nuovo appuntamento con Feel Your City di Danse Outremer, alle 15 in piazza XXVIII Aprile, mentre all’Ex Convento alle 18, sarà presentato il libro ‘Il laccio e il veleno’, di Maurizio Dessalvi, promosso dall’Associazione Sound Music.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
25/09/2023, 08:46

Potrebbero interessarti