LIMITES Y COLORES, DAL 4 AGOSTO NUOVA ESPOSIZIONE ALLA SOCIAL GALLERY

Il 4 agosto a partire dalle ore 19,00 nello spazio della “Social Gallery” di via Eligio Porcu 43 a Quartu Sant’Elena, si inaugura in prima assoluta la mostra “Limites y Colores” firmata dal collettivo Nostra Sanctissima. L’esposizione, curata da Roberta Vanali con la direzione artistica di Giovanni Coda, sarà visibile dal martedì al sabato (ore 17.00/20.30) fino al 26 agosto ’23.

Data:
2 agosto 2023

Visualizzazioni:
780

Il 4 agosto a partire dalle ore 19,00 nello spazio della “Social Gallery” di via Eligio Porcu 43 a Quartu Sant’Elena, si inaugura in prima assoluta la mostra “Limites y Colores” firmata dal collettivo Nostra Sanctissima. L’esposizione, curata da Roberta Vanali con la direzione artistica di Giovanni Coda, sarà visibile dal martedì al sabato (ore 17.00/20.30) fino al 26 agosto ’23.

S’ispira ai versi di “Limites” di Jorge Luis Borges, la produzione ultima del collettivo Nostra Sanctissima, al secolo Giovanni Coda e Carla Pisu. Sodalizio nato nella prima fase dell’epoca pandemica quando, relegati nelle nostre case, abbiamo dovuto ancorarci alle nostre passioni, ossia a ciò che ci ha consentito di sopravvivere all’inferno sulla terra. E così è stato anche per i due autori. La mostra affronta il tema del tempo e della caducità della vita, dei limiti che paradossalmente rendono l’esistenza unica e preziosa. E di fugacità esistenziale sono intrise le opere dei Nostra Sanctissima. Dalle porte murate, metafore dei limiti imposti dal tempo alla nostra vita, alle finestre aperte sull’infinito, il cui significato è sovvertito dai segni della devastazione data dai vetri rotti. Sono elementi di archeologia industriale provenienti da Portoscuso, Giba e Carbonia, luoghi dove Giovanni Coda ha girato “Il rosa Nudo” e “La sposa nel vento” e che appartengono alla collezione fotografica “Logus”.

La “Social Gallery” è uno spazio espositivo, dedicato prevalentemente all’arte contemporanea, che nasce a Quartu nella centralissima via Eligio Porcu. La Galleria si inserisce nel più ambizioso progetto “Ripensare la Città” strutturato per restituire ancora più centralità alle attività artistico-culturali cittadine.  “È un’emozione fortissima quando un’idea, progettata e curata da anni, diviene realtà. Il mio impegno nel campo dell’arte, soprattutto quella legata ai temi della giustizia sociale, compie un altro passo in avanti.  “La nuova “Social Gallery” mi rende felice e orgoglioso. Uno spazio innovativo con un palinsesto di altissimo livello artistico. Nei prossimi giorni verrà reso noto il programma dei prossimi mesi. Conosceremo le artiste e gli artisti che ci accompagneranno nei prossimi fino alla fine dell’anno, e sono certo che godranno tutte e tutti di grande attenzione e meritato successo. Il progetto, nato dal gemellaggio che la “Social Gallery” (V-art Festival) ha ideato con la “Justice Gallery” (Social Justice Film Festival) di Seattle, in questa seconda parte assume nuova   forma e sostanza, puntando ad uno scambio esperienziale fra gli artisti sardi e quelli americani - fra la città di Quartu e Seattle” – così il Direttore Artistico Giovanni Coda.

finestra-7Ajpg-resize
Finestra5jpg-resize
NS-LimitesYColoresBanner

 

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
02/08/2023, 13:22

Potrebbero interessarti