IL COMUNE PUNTA AI FONDI REGIONALI PER RIQUALIFICARE IL PARCO PARODI

Il Comune di Quartu punta sui fondi regionali per la riqualificazione del Parco Parodi. L’Amministrazione di via Eligio Porcu parteciperà al bando regionale che eroga contributi per la gestione e manutenzione dei parchi urbani derivante dalla legge 21 del 2023, con un progetto del valore complessivo di oltre 166 mila euro, di cui 26 mila in quota di co-finanziamento comunale. Centoquarantamila euro è invece la quota richiesta alla Regione, per la valorizzazione del Parco e per il miglioramento dei servizi ad esso connessi. Il bando regionale comporta l’impegno dell’Amministrazione comunale a concludere gli interventi entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di erogazione del contributo.

Data:
25 luglio 2023

Visualizzazioni:
964

Il Comune di Quartu punta sui fondi regionali per la riqualificazione del Parco Parodi. L’Amministrazione di via Eligio Porcu parteciperà al bando regionale che eroga contributi per la gestione e manutenzione dei parchi urbani derivante dalla legge 21 del 2023, con un progetto del valore complessivo di oltre 166 mila euro, di cui 26 mila in quota di co-finanziamento comunale. Centoquarantamila euro è invece la quota richiesta alla Regione, per la valorizzazione del Parco e per il miglioramento dei servizi ad esso connessi. Il bando regionale comporta l’impegno dell’Amministrazione comunale a concludere gli interventi entro il 31 dicembre dell’anno successivo a quello di erogazione del contributo.

Secondo quanto previsto nel progetto di riqualificazione si prevedono una serie di interventi di diversa tipologia e finalità fra cui: interventi di mitigazione degli impatti, attraverso l’inserimento di barriere vegetali nel lato confinante con la via Leonardo da Vinci, in modo da limitare rumori e polveri derivanti dall’alta densità di traffico veicolare; ripristino delle porzioni di pavimentazione ammalorate o non complanare; abbattimento e sostituzione delle palme delle canarie (Phoenix canariensis) decimate dal punteruolo rosso con esemplari arborei autoctoni e/o naturalizzati; impianto di nuove essenze vegetali capaci di fornire alimento per insetti ed essere sicuro rifugio per uccelli e piccoli mammiferi; efficientamento dei sistemi di irrigazione mediante installazione e cablaggio di centraline per attivare l’impianto solo nei momenti di reale fabbisogno idrico della vegetazione; sensori (di temperatura, umidità etc.)

Fra gli interventi di carattere strutturale è prevista anche la manutenzione di spazi adatti ad ospitare attività culturali;  la creazione di aree gioco per i diversamente abili oltre alla manutenzione straordinaria di quelle esistenti; ed infine l’installazione di impianti e servizi igienici, ad oggi non presenti nel parco.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
31/07/2023, 13:53

Potrebbero interessarti