TUTTO PRONTO A QUARTU PER LA RASSEGNA ESTIVA 'LA LUNA SOTTO CASA - III EDIZIONE'

Arriva l’estate e a Quartu ritorna come ormai consuetudine l’appuntamento con “La luna sotto casa”, con un ricco cartellone di eventi che spaziano dai concerti agli spettacoli, e non mancano le degustazioni e gli approfondimenti letterari. Un mese e mezzo di appuntamenti con frequenza quasi quotidiana per la rassegna istituzionale che punta sulla cultura per stimolare la socialità dei cittadini e coinvolgere i turisti che scelgono la città come meta delle loro vacanze.

Data:
29 giugno 2023

Visualizzazioni:
1131

Arriva l’estate e a Quartu ritorna come ormai consuetudine l’appuntamento con “La luna sotto casa”, con un ricco cartellone di eventi che spaziano dai concerti agli spettacoli, e non mancano le degustazioni e gli approfondimenti letterari. Un mese e mezzo di appuntamenti con frequenza quasi quotidiana per la rassegna istituzionale che punta sulla cultura per stimolare la socialità dei cittadini e coinvolgere i turisti che scelgono la città come meta delle loro vacanze.

La rassegna è voluta dall’Amministrazione comunale ed è realizzata con il contributo di Fondazione di Sardegna e della RAS Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport. Il coordinamento organizzativo è affidato all’Associazione Enti Locali per le attività culturali e di spettacolo.

La III edizione di ‘La luna sotto casa’ mira a coinvolgere tutti, giovani e bambini, persone interessate a una serata di svago e appassionati di musica d’autore. Prendersi cura, coinvolgere tutti i cittadini significa infatti sviluppare una dimensione socioculturale, perché è sociale tutto ciò che riguarda le relazioni tra le persone ed è culturale ogni sforzo di dare senso alle proprie azioni e alla vita in genere. Una rassegna per tutti quindi, con l’ambizione di cercare un senso insieme, per riconoscersi e confrontarsi su come migliorare il proprio contesto, anche per maturare sogni comuni e magari costruire le condizioni per realizzarli.

Diamo il via alla rassegna istituzionale estiva, ispirata dal desiderio di coniugare una proposta culturale di alto profilo e la valorizzazione del nostro patrimonio storico-archeologico e ambientale - commenta l’Assessora alla Valorizzazione del Territorio Rossana Perra -. Un progetto che abbraccia diversi spettacoli, cercando come sempre di coinvolgere cittadini, e turisti, di tutte le età e dai diversi interessi. Una rassegna che rinnova l’impegno dell’Amministrazione comunale nel promuovere e sviluppare processi sociali. Abbiamo pensato alle serate dedicate agli amanti della musica d’autore, ma non abbiamo voluto trascurare i più giovani, anzi, abbiamo voluto dar loro uno spazio e un palco dove potersi mettere in luce, all’interno di un contesto che intriga grazie alla sua storia. Un binomio che amplifica il potenziale: la musica porta i cittadini nei beni culturali, il fascino di questi ultimi fa conoscere la musica agli appassionati di storia e arte. Un connubio capace di esaltare una città che sta conoscendo la sua rinascita” conclude l’esponente della Giunta Milia.

Un programma di alto livello culturale che intende abbracciare l’intera popolazione, un cartellone eterogeneo che lega tradizione e innovazione, per trovare il gradimento dei cittadini, attirarli, portarli in piazza con un prodotto dallo standard alto, raffinato, che racconta la musica nelle sue diverse espressioni” è la sintesi della Presidente della Commissione Cultura Ketty Giua. Un pensiero condiviso dalla VicePresidente Laura Perra: “Per creare relazioni occorre innanzitutto favorire occasioni di incontro, scambio e condivisione. Vuol dire gettare un seme e provare a coltivarlo. Promuovere rassegne come questa significa quindi seminare, garantire alla cittadinanza la possibilità di ritrovarsi e di crescere”.

Il programma 2023 dedica grande attenzione alle musiche dal mondo - spiega la direttrice artistica della rassegna Annamaria Loddo -, per un’offerta che valica i confini regionali e accoglie nuove realtà che si stanno affermando nella scena nazionale. Abbiamo prestato attenzione alla musica classica e internazionale, ma garantito anche proposte per i bambini e concesso spazio alla comicità d’autore, con l’obiettivo di tenere uno standard artistico di alta qualità per tutto il mese e mezzo di rassegna”.

Il via è previsto lunedì 3 luglio, negli spazi dell’Ex Convento, con la mostra laboratorio Cin Cin Cannonau, un approfondimento dedicato al vino che si protrarrà quasi per una settimana e lascerà poi spazio alla birra in Sete di Luppoli. Il primo concerto è invece in programma sabato 8, in piazza XXVIII Aprile, con il progetto di musica internazionale Surealistas. Stessa location nel corso dell’estate anche per la Microband, spettacolo al confine tra musica e comicità, Irina Arozarena, col suo omaggio alla canzone napoletana in chiave cubana, e Matteo Leone, per un viaggio sonoro nell’antica lingua tabarchina. E ancora, una serata dedicata alla Stand up comedy, con tre artisti a dividersi la scena, e chiusura di rassegna la notte del 14 agosto con il concerto di Tanzler.

L’Ex Caserma di via Roma ospiterà concerti più di nicchia. Da Francesca Corrias & SunFlowers, con il progetto in sardo De Diora, a Gabriella Aiello, che sottolinea l’importanza della piazza come luogo di incontro e interscambio umano e culturale. E poi spazio al grande cinema in musica con il Duo Perfetto e ai canti della tradizione popolare con il Duo D’Altrocanto e Davide Ambrogio. Sempre in centro, ma a Sa Dom’e Farra, ci sarà spazio anche per le band giovani con Palchi Aperti, due giorni di kermesse dedicati ai gruppi emergenti quartesi.

Si esibirà invece al Parco Parodi Nouveaux, in un viaggio attraverso la musica pop italiana e internazionale, così come Nuvolari Canta, un percorso a due voci che attraversa le regioni italiane e ricorda i grandi cantautori. Nell’area verde di Flumini sono in programma anche le iniziative pensate per i più piccoli: il teatro di strada dell’Antico Baule e lo spettacolo di Sirio Sardegna Teatro ispirato da Andersen e Rodari. Sempre sul litorale, ma nella suggestiva location del Nuraghe Diana di Is Mortorius spazio anche alla letteratura, con una lezione accademica-scenica di Alessio Ninu dedicata a Dante Alighieri e alla sua Divina Commedia.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
30/06/2023, 11:09

Potrebbero interessarti