APRE A FLUMINI LO SPAZIO SOCIO-EDUCATIVO DEDICATO A GIOVANI E FAMIGLIE

A Quartu, e in particolare a Flumini, apre un nuovo spazio educativo dove i giovani cittadini potranno crescere e divertirsi insieme, socializzando, e dove le famiglie troveranno un centro di riferimento con un’equipe specializzata.

Data:
19 maggio 2023

Visualizzazioni:
1150

A Quartu, e in particolare a Flumini, apre un nuovo spazio educativo dove i giovani cittadini potranno crescere e divertirsi insieme, socializzando, e dove le famiglie troveranno un centro di riferimento con un’equipe specializzata.

È stato inaugurato stamattina, presso l’Istituto Comprensivo numero 6, in via Mar Ligure n. 4, alla presenza del Sindaco Graziano Milia e di una nutrita delegazione della Giunta e del Consiglio.

Le attività dello Spazio Socio-Educativo e Giovanile, voluto in primis dall’Assessorato ai Servizi Sociali, e realizzato in sinergia con i Territori Extraurbani e la Pubblica Istruzione, avranno inizio già dalla prossima settimana, nei pomeriggi di martedì e giovedì, dalle ore 15:00 alle ore 17:00 con delle Attività per bambini (6 - 10 anni) e dalle ore 17:30 alle ore 19:30 con lo Spazio Giovani (11 -17 anni).

Al Primo Piano della scuola, con accesso accanto alla Biblioteca circoscrizionale, un grande Open Space e tre grandi aule dedicate ciascuna a una diversa attività, dall’area dedicata alla musica fino a quella ludica, garantiranno la necessaria funzionalità per intercettare i bisogni e gli interessi de giovani quartesi.

Nello specifico il Ludostudio, pensato per bambini dai 6 ai 10 anni, sarà attivo per 2 pomeriggi a settimana, dalle 15 alle 17, con interventi educativi in piccoli gruppi dedicati ai bambini della scuola primaria di primo grado. Uno spazio di crescita in cui i bambini, una volta terminati i compiti, con la supervisione degli operatori, potranno accedere alle attività di gioco. Verranno quindi supportati nell’acquisizione di un metodo di studio e nel potenziamento delle capacità didattiche, ma anche accompagnati in esperienze ludiche per migliorare, attraverso il gioco, la comunicazione, il confronto col prossimo, la cooperazione e l’inclusione.

Due pomeriggi a settimana, anche per gli interventi delle politiche giovanili, con attività ricreative/ludico/educative di gruppo e laboratori creativi e musicali. La sede sarà quindi punto di riferimento per i giovani del territorio e anche punto d’appoggio oltre che contesto educativo integrativo per le attività programmate dall’Educativa di Strada.

E ancora, il nuovo Spazio sarà centro di riferimento educativo anche per le famiglie del territorio, nonché per i minori in carico al Servizio Educativo Territoriale. In via Mar Ligure si svolgeranno infatti gli interventi educativi di gruppo e individualizzati, nonché i colloqui di supporto con l’equipe del SET e le Assistenti Sociali di riferimento per i minori stessi.

Sono state pertanto programmate tre date di open day per le giornate di lunedì 22, mercoledì 24 e giovedì 25 maggio, in occasione delle quali, oltre a giocare insieme e a conoscersi, sarà anche possibile iscriversi al Centro, dove opererà la Cooperativa Laurus, che gestisce in città il Servizio Educativo Territoriale.

Siamo molto soddisfatti di poter dedicare questo spazio a bambini e giovani quartesi - ha commentato l’Assessora ai Territori Extraurbani Tiziana Cogoni -. Siamo certi che sarà un servizio, studiato ad hoc per incontrare le esigenze dei nostri cittadini, molto accogliente per tutti quanti. Un grande Centro di accoglienza per il territorio che dimostra la grande sensibilità di questa Amministrazione per coloro che hanno bisogno di ricevere un’attenzione in più e che esplicita la sua presenza anche nelle zone extraurbane. L’auspicio è quindi poter vedere questo Spazio da subito molto partecipato”.

Soddisfatto anche l’Assessore alle Politiche Sociali e Generazionali Marco Camboni: “Quando ha preso avvio il nostro mandato a Quartu non esisteva un Servizio Educativo istituzionale, un presidio capace di accogliere ed essere antenna del disagio della popolazione. La collaborazione tra assessorati e il lavoro incessante ha permesso di arrivare a questo grande risultato, all’apertura di questo spazio sociale, che nasce prima in territorio extraurbano proprio perché abbiamo voluto leggere la realtà e capire le priorità. Il concetto di aggregazione ha tutta una serie di sotto-significati che sono la socializzazione, l’inclusione, la crescita dell’individuo: obiettivi che sarà possibile raggiungere grazie a un’equipe di professionisti”.

Vorrei ringraziare tutti i colleghi perché è grazie al lavoro di squadra che oggi possiamo inaugurare questo centro - ha aggiunto l’Assessora alla Pubblica Istruzione Cinzia Carta -. Ma vorrei esprimere gratitudine anche agli uffici, che quotidianamente si prodigano, dando il massimo nonostante le difficoltà, per dare risposte alle tante esigenze di una grande città qual è Quartu. Mi preme dire grazie anche alla dirigente scolastica dell’IC6 che da subito ha mostrato grande disponibilità e collaborazione affinché l’Amministrazione potesse mettere in atto i programmi di mandato. Oggi dimostriamo che il lavoro di squadra paga”.

PHOTO-2023-06-07-16-50-18

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
09/06/2023, 10:29

Potrebbero interessarti