INTERVENTO STRAORDINARIO PER LA PULIZIA E IL DECORO NEL VIALE EUROPA

La campagna dell’Amministrazione comunale volta a garantire il decoro in città e a combattere gli incivili che deturpano il bellissimo ambiente in cui viviamo continua. In collaborazione con De Vizia, titolare dell’appalto di igiene urbana in città, nel mese di aprile è stata avviata un’azione coordinata che mira a ripulire da erbacce, terra e rifiuti il viale Europa, l’ex SS554 diventata qualche anno fa strada di competenza comunale.

Data:
14 aprile 2023

Visualizzazioni:
960

La campagna dell’Amministrazione comunale volta a garantire il decoro in città e a combattere gli incivili che deturpano il bellissimo ambiente in cui viviamo continua. In collaborazione con De Vizia, titolare dell’appalto di igiene urbana in città, nel mese di aprile è stata avviata un’azione coordinata che mira a ripulire da erbacce, terra e rifiuti il viale Europa, l’ex SS554 diventata qualche anno fa strada di competenza comunale.

L’arteria a scorrimento veloce, che presto sarà interessata da un’importante restyling affinché possa essere percorsa in sicurezza anche a piedi e in bicicletta, è un asse viario di vitale importanza per il traffico cittadino ed extraurbano, essendo quotidianamente percorsa anche da automobilisti non quartesi in arrivo dagli altri Comuni metropolitani per motivi legati al lavoro o, in considerazione della prossimità al lungomare, al turismo.

L’intervento straordinario organizzato dall’Assessorato all’Ambiente intende quindi restituire un’adeguata viabilità, garantire le condizioni di sicurezza e rimuovere i rifiuti abbandonati dagli stessi utenti che la percorrono, lanciandoli dall’auto o anche fermandosi, creando così vere e proprie discariche.

L’intervento è iniziato nelle scorse settimane e proseguirà per tutto il mese di aprile. La ditta ha avviato i lavori dalla rotonda del Margine Rosso per proseguire in direzione Pitz’e Serra. Apposite macchine sono dapprima intervenute per la rimozione della terra depositatasi nelle cunette. Contemporaneamente sono state rimosse le erbacce che in alcuni casi impedivano anche una visuale ottimale ai conducenti, per un totale di 50 tonnellate rimosse.

Le operazioni proseguiranno prossimamente per tutto il tratto di ex SS554 di competenza quartese e, a seguito di un’ordinanza necessaria a vietare l’utilizzo delle corsie centrali, interesseranno anche lo spartitraffico centrale, dove nel tempo si è accumulata immondezza.

E proprio i rifiuti abbandonati sono e saranno oggetto di verifiche approfondite, grazie anche all’intervento del Corpo di Polizia Locale, Sezione di Vigilanza Ambientale, affinché le buste ritrovate siano aperte alla ricerca di elementi utili all’identificazione degli incivili che le hanno abbandonate e che nel caso verranno ovviamente multati. Tale monitoraggio ha quindi anche carattere di prevenzione, affinché si riesca a interrompere tale spiacevolissima prassi.

È l’ennesimo intervento portato avanti dall’Amministrazione, con enorme dispendio di risorse finanziarie - spiega l’Assessore all’Ambiente Tore Sanna -. Un intervento dovuto all’assoluta incuria di certe persone che ripetutamente e colpevolmente inquinano il nostro territorio, un intervento che inevitabilmente l’Amministrazione sarà costretta a ripartire tra tutti i cittadini, in particolare quelli onesti e seri che con regolarità pagano i tributi nei modi e nei tempi previsti dalle norme. Invito quindi tutta la cittadinanza ad aiutarci in questa operazione di controllo del territorio, per evitare che si ripetano fenomeni di questa natura: tutti ci dobbiamo sentire impegnati a difendere il territorio e a tenerlo il più pulito possibile” conclude il Vicesindaco.

Parallelamente prosegue l’azione iniziata a marzo e volta a invitare tutta l’utenza quartese a dotarsi dei nuovi mastelli con microchip, anche nell’ottica dell’avvio della tariffa puntuale. Nelle ultime settimane le verifiche hanno interessato in particolare le zone Azzurra e Marrone: hanno permesso di identificare nella prima 56 bidoni non conformi con riferimento a carta e cartone, 42 all’umido e 30 al secco; nella seconda i mastelli ritirati sono stati 55 per carta e cartone, 52 per l’umido e 27 per il secco.

Di conseguenza aumentano anche gli utenti che si mettono in regola ritirando i propri mastelli microchippati. Una crescita, nel caso delle ultime zone, non direttamente proporzionale ai bidoni non idonei ritirati, segnale questo di un possibile alto numero di cittadini non iscritti a ruolo. Da lunedì le verifiche interesseranno le zone Blu e Gialla, ovvero il centro città e i quartieri prossimi al Parco di Molentargius.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
14/04/2023, 14:37

Potrebbero interessarti