RACCOLTA DIFFERENZIATA, DAL 3 APRILE VERIFICHE NELLE ZONE AZZURRA E MARRONE

Un mese di controlli mirati sui mastelli e sulla raccolta differenziata sta portando i risultati sperati. Sono tante infatti le persone che si sono regolarizzate nell’ultimo periodo, ritirando i nuovi mastelli con microchip, grazie ai quali sarà presto possibile avviare anche la tariffa puntuale. Il programma proseguirà anche la settimana prossima con nuove verifiche nelle Zone Azzurra e Marrone.

Data:
1 aprile 2023

Visualizzazioni:
1204

Un mese di controlli mirati sui mastelli e sulla raccolta differenziata sta portando i risultati sperati. Sono tante infatti le persone che si sono regolarizzate nell’ultimo periodo, ritirando i nuovi mastelli con microchip, grazie ai quali sarà presto possibile avviare anche la tariffa puntuale. Il programma proseguirà anche la settimana prossima con nuove verifiche nelle Zone Azzurra e Marrone.

L’obiettivo dichiarato resta sempre lo stesso: far pagare tutti perché tutti paghino meno. Non è infatti accettabile che i contribuenti in regola debbano versare anche per coloro che con furbizia aggirano il normale conferimento. Le verifiche in Zona Viola prima e in Zona Rossa poi hanno pertanto permesso di individuare diversi cittadini che, a un anno dall’avvio del nuovo appalto, ancora non differenziano ed espongono per il ritiro in modo corretto.

Gli accertamenti effettuati in Zona Rossa, con riferimento al periodo compreso tra lunedì 20 e mercoledì 29 marzo, hanno portato al ritiro di quasi 400 mastelli, 396 per la precisione, così suddivisi: 102 Organico; 76 Multimateriale (vetro e metalli); 107 Carta e Cartone; 111 Secco Residuo. Conseguentemente nello stesso periodo hanno finalmente provveduto a prendere possesso dei nuovi mastelli altri 204 utenti, per un totale di 668 contenitori dotati di microchip consegnati.

Lunedì 3 aprile il programma prevede l’avvio delle verifiche nella Zona Azzurra e nella Zona Marrone, che interessano le abitazioni del lungomare costiero, quindi lato mare e lato collina rispetto al viale Leonardo da Vinci. Anche in questo caso tutti i contenitori non conformi alla raccolta delle principali frazioni di rifiuto differenziate, secondo il calendario previsto e le modalità facenti parte dell’appalto, verranno eliminati.

Si procederà inoltre alla bollinatura delle frazioni non conformi, in modo che gli ispettori della Vigilanza Ambientale possano procedere con i relativi controlli. Sebbene non sia sempre possibile riscontrare l’utenza, per i casi accertati al termine delle verifiche si procederà con l’emissione dei verbali.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
01/04/2023, 10:47

Potrebbero interessarti