STADIO IS ARENAS, NO DEL CAGLIARI CALCIO ALLA PROPOSTA DI CONCILIAZIONE

Nulla di fatto nel tentativo di conciliazione tra il Comune di Quartu Sant’Elena e il Cagliari Calcio riguardo lo stadio di Is Arenas. Per la definizione del contenzioso tutto rinviato quindi alla decisione del giudice, attesa per marzo. Ma intanto l’Amministrazione comunale prosegue il costante e proficuo lavoro volto alla restituzione alla città di un polo sportivo degno della terza città della Sardegna.

Data:
17 febbraio 2023

Visualizzazioni:
1728

Nulla di fatto nel tentativo di conciliazione tra il Comune di Quartu Sant’Elena e il Cagliari Calcio riguardo lo stadio di Is Arenas. Per la definizione del contenzioso tutto rinviato quindi alla decisione del giudice, attesa per marzo. Ma intanto l’Amministrazione comunale prosegue il costante e proficuo lavoro volto alla restituzione alla città di un polo sportivo degno della terza città della Sardegna.

Nel 2012 il Cagliari Calcio aveva scelto Quartu, e più precisamente lo stadio Is Arenas, per disputare le proprie partite casalinghe. Un connubio durato pochi mesi, che tuttavia ha comportato per Quartu l’impossibilità di utilizzare il campo da calcio in erba e la pista di atletica per diversi anni, tanto che ancora oggi l’area aspetta un completo restyling.

Nell’interesse di tutti il Comune aveva avviato già da tempo un tentativo di conciliazione, che tuttavia si è ora concluso con un nulla di fatto. L’Amministrazione comunale aveva infatti proposto al club rossoblù un accordo che prevedeva la rinuncia a più di 40mila euro per il ripristino della pista di atletica (da 659mila a 618mila) e una cifra anche superiore per ciò che concerne il campo di calcio (da 450mila a 225mila). Il Cagliari Calcio ha tuttavia ritenuto non condivisibile tale quantificazione economica, rifiutando l’offerta e non presentando alcuna controproposta.

Ci saremmo aspettati una posizione diversa da parte del Cagliari Calcio - commenta l’Assessore comunale ai Lavori Pubblici Antonio Conti -, anche per riconoscenza verso una città che aveva accolto il club con generosità. Se non altrettanta generosità, avremmo di certo auspicato maggiore collaborazione, dato che i quartesi a seguito di tale cortesia hanno dovuto rinunciare al proprio campo di calcio in erba e all’unica pista di atletica cittadina per più di 10 anni. Proprio per questo l’Amministrazione reputa non ci sia altro tempo da perdere e ha già avviato l’iter perché l’area torni quanto prima a disposizione dei tanti sportivi della nostra città”.

In attesa del pronunciamento del giudice prosegue infatti l’attività del Comune, anche in merito all’area che interessa Is Arenas e Sa Cora. Per la rinascita del polo sportivo l’Amministrazione ha infatti già ottenuto due finanziamenti da 1.6 milioni e da 700mila euro, nell’ambito dei fondi PNRR il primo e tramite fondi regionali il secondo, per interventi che prevedono tra le altre cose anche la costruzione di nuovi spogliatoi e la nascita di un campo da baseball. Proprio tenendo conto di tali finanziamenti, e quindi dell’urgenza di portare avanti il progetto, il giudice ha accettato l’istanza del Comune di accertamento dello stato dei luoghi, che è stata infatti già effettuata.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
17/02/2023, 17:20

Potrebbero interessarti