MINORI, TRA AFFIDO E ADOZIONE: SEMINARIO IL 14 FEBBRAIO

Martedì 14 febbraio dalle h.11:00 presso la Sala degli Affreschi dell’ex Convento dei Cappuccini in Via Brigata Sassari a Quartu Sant'Elena, si terrà il seminario: “Minori. Affido e Adozione”.

Data:
9 febbraio 2023

Visualizzazioni:
640

Martedì 14 febbraio dalle h.11:00 presso la Sala degli Affreschi dell’ex Convento dei Cappuccini in Via Brigata Sassari a Quartu Sant'Elena, si terrà il seminario: “Minori. Affido e Adozione”.

 

Il seminario è promosso e sostenuto dal Comune di Quartu Sant’Elena - Assessorato alle Politiche Sociali e Generazionali nell'ambito dei Progetti di Coesione Sociale, organizzato dalla Cooperativa Casa delle Stelle e dalla Fondazione Domus de Luna all’interno del progetto “Affido: Istituto aperto, accessibile e inclusivo”.

Introducono:

l'Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Quartu Sant'Elena, Marco Camboni e la Dirigente dell'ufficio alle Politiche Sociali del Comune di Quartu Sant'Elena, Dott.ssa Lorena Cordeddu.

Interverranno:
-Il Professore Luigi Cancrini, Direttore scientifico della Fondazione Domus de Luna, psichiatra e psicoterapeuta, fondatore “Centro Studi di Terapia Familiare e Relazionale”. Dal 1998 è Direttore scientifico del Centro di Aiuto al Bambino Maltrattato e alla Famiglia del Comune di Roma.

-Il Dottor Francesco Vadilonga, Direttore del Centro di Terapia dell’Adolescenza (CTA) di Milano, Codirettore della Scuola di specializzazione in psicoterapia IRIS. Specializzato sui temi dell’adozione e dell’affido, della tutela dei minori e della cura del trauma, autore di numerose pubblicazioni sui temi di competenza.

Durante il seminario si affronteranno i temi legati all’affido e all’adozione, già affrontati nel libro edito nel 2022 dal Prof. Cancrini dal titolo “La sfida dell’adozione”.  Il libro racconta la terapia condotta da una famiglia adottiva in crisi, attraverso la cronaca della terapia e i commenti a posteriori dell’autore. Incontro straordinario fra la realtà di due famiglie diverse, quella di origine e quella adottiva.

Fondazione Domus de Luna

Nata nel 2005 a sostegno dell’infanzia e dell’adolescenza a rischio, viene riconosciuta per i suoi scopi meritori dal Ministero degli Interni e dalla Presidenza della Regione Autonoma della Sardegna. Apre e sostiene Casa delle Stelle, quattro Comunità di Accoglienza e Cura per bambini, ragazzi e mamme in situazione di disagio, supportandoli nel Centro di Cura Sa Domu Pitticca. In questi anni, le Comunità hanno accolto e curato 281 piccoli e meno piccoli, avviando al lavoro molti giovani e donne grazie alla Cooperativa dei Buoni e Cattivi e da qualche anno anche grazie all’Oasi del Cervo e della Luna.

Nelle periferie attraverso Musica, Sport e Arte crea un’alternativa alla cultura della strada con il Centro Exmè.  www.domusdeluna.it

 

Cooperativa Buoni e Cattivi

Pensata per il dopo comunità, dal 2010 offre una possibilità di recupero e riscatto, attraverso formazione e lavoro a più di 250 tra persone con disabilità, mamme e ragazzi in uscita da percorsi comunitari e giudiziari. Per farlo, gestisce tre ristoranti, un bar, una pizzeria, un agriristoro, dodici camere e tre appartamenti. Oggi conta 65 giovani lavoratori.  www.buoniecattivi.it

Cooperativa Exmè & Affini

Domus de Luna interviene anche nelle periferie con il Centro di Aggregazione Exmè, ex mercato civico abbandonato alla droga, opera da più di 10 anni per un’alternativa alla cultura della strada usando Musica, Arte e Sport in modo innovativo, coinvolgendo oltre mille minori e giovani adulti in un’opera di rigenerazione che coinvolge tutto il quartiere. Dal 2020 con l’emergenza sanitaria e sociale nasce il progetto TiAbbraccio in risposta alle nuove povertà e dedicato alle famiglie in grave difficoltà economica, 6mila persone beneficiarie. www.exme.it  - www.tiabbraccio.it

 

Oasi del Cervo e della Luna

Avviata nel 2019 e coordinata dalla Fondazione Domus de Luna e WWF Oasi Italia nei 4000 ettari di riserva naturale del WWF a Monte Arcosu. All’Oasi si coniugano i valori comuni delle due organizzazioni promuovendo attività pedagogico-ambientali e servizi turistico ricettivi attraverso l’avvio di percorsi di reinserimento socio lavorativo per persone in condizioni di svantaggio (oggi 23 persone). Nel prossimo futuro attraverso la gestione di tre ristoranti e tre alberghi rurali si darà lavoro a più di 90 persone in cinque anni. www.oasidelcervoedellaluna.it

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
09/02/2023, 13:24

Potrebbero interessarti