PHONE VIDEO FESTIVAL, IL PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA IN VIA PORCU

Mediometraggi, lezioni frontali, ospiti d’eccezione e cortometraggi partecipanti al contest. Tutto pronto in via Eligio Porcu, nella Sala Ferrini, per il I Phone Video Festival, che si apre domani, martedì 27 dicembre - per poi proseguire mercoledì 28 e giovedì 29 -, con una serata scoppiettante e tanta musica.

Data:
26 dicembre 2022

Visualizzazioni:
563

Mediometraggi, lezioni frontali, ospiti d’eccezione e cortometraggi partecipanti al contest. Tutto pronto in via Eligio Porcu, nella Sala Ferrini, per il I Phone Video Festival, che si apre domani, martedì 27 dicembre - per poi proseguire mercoledì 28 e giovedì 29 -, con una serata scoppiettante e tanta musica. Pensato e voluto soprattutto per i giovani, paradossalmente in rapporto all’età i più esperti quando si parla di smartphone, la rassegna intende coinvolgere anche gli adulti in una forma d’arte che oggi, grazie ai nuovi strumenti, può trovare nuovi protagonisti. 

Il festival, che gode della direzione artistica di Giovanni Columbu, si apre con un film di grandissimo interesse: ‘Roman National’ di Gregor Beil. La pellicola è incentrata sulla registrazione di videotelefonate tra ragazzi, un’indagine che entra nella dimensione personale delle giovani generazioni per poi associarsi invece agli eventi che irrompono nella realtà, spaccando gli equilibri, come, nel caso specifico, il terribile attentato avvenuto a Nizza qualche anno fa.

Farà seguito una lezione dal titolo ‘Nuove tipologie del cinema diffuso’, a cura di professor Diego Cavallotti, Professore associato presso il dipartimento di Lettere, Lingue e Beni Culturali dell’Università degli Studi di Cagliari, il docente ha compiuto studi sull’audiovisivo analogico della quotidianità e sull’estetica del cinema privato, dove il film diviene pratica culturale.

In programma le prime proiezioni delle opere iscritte al contest ‘Raccontare con lo smartphone’, prima per la categoria under 25 e poi per quella over 25. Un cinema che è come sempre strumento artistico di racconto, ma nel quale si punta a esprimere le opportunità offerte dagli strumenti digitali, per generare così fenomeni di crescita di tutta la comunità. Nascono produzioni cinematografiche differenti da quelle canoniche, lontane dai grandi budget e dai famosi canali di distribuzione, veicolando comunque messaggi positivi e senza perdere qualità.

Ospiti della serata saranno Simonetta Columbu e Alessandro Olla. L’attrice si prenderà la scena con un intervento intitolato ‘Lavorare con lo smartphone, la TV e il cinema. Il mio percorso’, dedicato al mondo del cinema e alla sua esperienza. Il musicista guiderà invece il laboratorio ‘Raccontare col suono’. Spazio anche ai cortissimi animati di Michael SchackWitz e allo scouting ‘Summer Time’ di Matteo Incollu. di La prima giornata si concluderà poi con la musica local dal ritmo indie della band Musalibre.

Il Phone Video Festival è organizzato dall’Associazione Enti Locali per le Attività Culturali e di Spettacolo, con il contributo del Comune di Quartu Sant’Elena e della Regione Autonoma della Sardegna. La partnership dei Centri Commerciali Naturali ‘La via del mare’ e ‘Via Eligio Porcu’ testimonia l’attenzione suscitata dalla rassegna anche nel settore commerciale cittadino. Il sostegno e la promozione di una forma d’arte come il cinema, realizzata con nuovi strumenti e quindi anche nuove tecniche, ha un intrinseco valore culturale che provoca ricadute sociali ed economiche in termini di valorizzazione dei territori e promozione turistica.

La narrazione col telefonino è una sfida accattivante che riesce a interessare, incuriosire, ispirare le giovani generazioni e non solo - spiega il Sindaco Graziano Milia -. Lo smartphone è infatti uno strumento che oggi utilizziamo con assiduità e che sta quindi cambiando le nostre vite. Le opere presentate ci permetteranno di verificare cosa può trasmettere il contest, ci farà capire quanto il palcoscenico stimolerà i cittadini a cimentarsi in una forma d’arte nella quale magari non pensavano di poter essere protagonisti. Vogliamo dar loro, e di conseguenza alla città, l’opportunità di scoprire questi talenti”.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
26/12/2022, 13:44

Potrebbero interessarti