PATTO PER L'AMBIENTE FRA IL COMUNE E LE ASSOCIAZIONI DEL TERRITORIO CITTADINO

Promuovere la tutela e la salvaguardia dell’ambiente, lo sviluppo sostenibile e la riduzione dell’inquinamento, la realizzazione di campagne di sensibilizzazione e informazione, il rispetto per la natura e per il bene comune. Sono queste le linee d’azione contenute nel Protocollo d’Intesa siglato oggi presso l’ex Convento fra l’Amministrazione Comunale di Quartu Sant’Elena e le principali Associazioni ambientali e culturali operanti nel territorio. Il Protocollo intende creare una cornice di raccordo fra le attività delle Associazioni e le finalità perseguite dall’Amministrazione in ambito ambientale-culturale, in linea con gli obiettivi strategici del Comune che intende realizzare una svolta green sul suo territorio.

Data:
11 novembre 2022

Visualizzazioni:
1086

Promuovere la tutela e la salvaguardia dell’ambiente, lo sviluppo sostenibile e la riduzione dell’inquinamento, la realizzazione di campagne di sensibilizzazione e informazione, il rispetto per la natura e per il bene comune. Sono queste le linee d’azione contenute nel Protocollo d’Intesa siglato oggi presso l’ex Convento fra l’Amministrazione Comunale di Quartu Sant’Elena e le principali Associazioni ambientali e culturali operanti nel territorio. Il Protocollo intende creare una cornice di raccordo fra le attività delle Associazioni e le finalità perseguite dall’Amministrazione in ambito ambientale-culturale, in linea con gli obiettivi strategici del Comune che intende realizzare una svolta green sul suo territorio.

 

In particolare le Associazioni si impegnano a svolgere a titolo volontaristico e gratuito tutta una serie di iniziative, sia singolarmente che in forma unitaria, comprendenti spazi di informazione e sensibilizzazione multicanale orientate alla crescita del senso civico e del rispetto della natura, promozione di campagne ambientali e diffusione di buone prassi eco-compatibili presso gli istituti scolastici del territorio, promozione di seminari e convegni su tematiche ambientali, calate nel contesto del territorio quartese, passeggiate ecologiche e turistiche con il coinvolgimento della popolazione nella raccolta di rifiuti non pericolosi, riqualificazione di terreni comunali sporchi ed abbandonati, riforestazione.

Particolarmente importanti gli aspetti legati al coinvolgimento del mondo giovanile e studentesco finalizzati anche alla riscoperta del Parco del Molentargius, attraverso attività di studio, frequentazione ed osservazione naturalistica, nonché con momenti di incontro ed approfondimento.

Dal suo canto, il Comune di Quartu Sant’Elena assumerà l’onere del patrocinio per le iniziative proposte singolarmente o unitariamente dalle Associazioni sottoscriventi; potrà fornire, compatibilmente con le risorse economiche disponibili, il materiale necessario alla raccolta dei rifiuti durante le passeggiate ecologiche, nonché attivare l’intervento dell’Azienda convenzionata per il ritiro dei rifiuti raccolti dai volontari o segnalati dagli stessi in caso di rifiuti pericolosi o abbandoni di materiali ingombranti nel territorio.

Erano presenti alla firma del Protocollo il Sindaco di Quartu Graziano Milia e i rappresentanti delle Associazioni Cittadinanza Attiva Oikos, Assemblea Nazionale Sarda, Clean Coast Sardinia, Marevivo, Ambiente e Vita Sardegna Onlus, Legambiente Cagliari. Presente anche il Vicesindaco ed Assessore all’Ambiente Tore Sanna, che ha così spiegato l’importanza del documento appena siglato: “Questo Protocollo d’intesa nasce a seguito delle interlocuzioni con le associazioni che operano sul territorio, con l’obiettivo di potersi meglio coordinare, anche attraverso la presentazione all’inizio dell’anno di un piano di attività riguardante il territorio per ciascuna associazione, in modo che l’Amministrazione possa calendarizzare gli eventi ed evitare duplicazioni”.

“Entro metà dicembre convocheremo un primo incontro con tutti i firmatari, anche perché entro la fine dell’anno approveremo il Bilancio di previsione ed è nostra intenzione mettere risorse per aiutare le varie associazioni con un contributo concreto”.

Nel corso della mattinata il Vicesindaco Sanna ha anche lanciato in anteprima la notizia del ritorno della Festa degli Alberi in città, in programma il prossimo 21 novembre. “D’intesa con alcune classi della scuola di Fieramosca alle 10.30 sistemeremo degli alberelli in un’area di 3000 metri quadri individuata davanti alla struttura e già parzialmente piantumata. È un momento davvero importante per dare segnali che guardano al rispetto dell’ambiente e per questo vogliamo dare impulso a questa celebrazione per almeno un triennio”.

“Inoltre abbiamo già firmato una convenzione con l’Università, più nello specifico con il Dipartimento di Botanica, con un investimento triennale di 75 mila euro per finanziare borse di studio destinate a giovani laureandi che facciano tesi sul Verde della città, non solo visto come arredo urbano. La consulenza specialistica dell’Università ci occorre infatti per intraprendere un progetto legato alla riforestazione urbana. Parliamo quindi di Verde nella sua accezione più ampia, affinché si possa arrivare ad avere dei ‘corridoi urbani ambientali’ nella direzione di parchi e altre aree verdi di rilievo”.

Sanna ha poi ricordato l’importanza dei passaggi appena compiuti nell’ambito dell’assemblea del Parco di Molentargius, riguardanti il varo del Piano del Parco, del Piano di gestione dei due siti comunitari all’interno del parco, ed in ultimo l’Accordo di Programma Quadro, che permetterà il ripristino del sistema di gestione delle saline grazie a quasi 15 milioni di investimento.

Infine, nel sottolineare gli sforzi dell’Amministrazione per una svolta “green” a tutto campo del territorio quartese, Sanna ha citato l’accordo appena concluso che permetterà al Comune di Quartu di avere entro il 31 dicembre una mappatura completa attraverso  rilevazioni satellitari sull’erosione costiera.

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
11/11/2022, 15:34

Potrebbero interessarti