CON LA RASSEGNA 'RIPENSARE LA CITTÀ' CULTURA IN CENTRO STORICO E NEL LITORALE

Continuano a ritmo serrato anche a settembre gli appuntamenti della rassegna ‘Ripensare la città – Il contributo delle associazioni’, che questa settimana propone eventi soprattutto nel litorale costiero.

Data:
15 settembre 2022

Visualizzazioni:
819

Continuano a ritmo serrato anche a settembre gli appuntamenti della rassegna ‘Ripensare la città – Il contributo delle associazioni’, che questa settimana propone eventi soprattutto nel litorale costiero. Spettacoli e laboratori per adulti e anche per piccini, ma anche la presentazione di un libro, per abbracciare la cultura sotto diversi aspetti.

L’ormai tradizionale appuntamento del venerdì con il jazz della rassegna organizzata dall’Associazione culturale Il Formicaio si sposta questa settimana dal centro storico al litorale costiero, da Casa Olla al Nuraghe Diana, che nell’occasione alle 21 ospiterà il concerto di Claudio Deoricibus. Il chitarrista di flamenco presenta il nuovo spettacolo ‘Aza 2022’ con estratti degli album ‘Cuarenta’, ‘Mosaic of guitars’ e soprattutto dall’ultimo lavoro, interamente dedicato alla sua unica figlia Aza. Visti gli svariati accostamenti tra flamenco e altri stili, la musica dell’artista è ormai catalogata tra la World Music. In caso di pioggia, tuttavia, il concerto verrà spostato a Casa Olla in via Eligio Porcu.

Sempre a Flumini, ma al Parco Parodi, appuntamento alle 19 col laboratorio musicale ‘Danzando sulle note’. Organizzato dall’Associazione Sarda Musica e Danza ASMED, è tenuto dal musicista Marco Caredda e dalla danzatrice Daniela Collu, con l’assistenza della psicologa e danzaterapeuta Elisabetta Piras, ed è dedicato ai bambini dai 7 ai 12 anni. L’iniziativa verrà poi ripetuta sabato 17 e domenica 18, stesso luogo stessa ora. Venerdì 16 invece, dalle 18.30 alle 20, porte aperte anche al Centro Servizi Flumini, ubicato davanti al parco, per incontrare i professionisti presenti legati al settore sanitario, al benessere e ai servizi al cittadino.

Sabato 17 nuovo appuntamento con l’Associazione culturale Artifizio e con la rassegna ‘Cittadini sospesi – Libri a Buffet 2022’. Al Nuraghe Diana alle 21 va in scena ‘Contus de Quartu… sonendi e cantendi’, spettacolo teatrale bilingue in sardo e italiano. A dare voce alle storie, l’attore e regista Carlo Antonio Angioni, ideatore dell’opera, e Rose Aste. Lo show verrà musicato dal vivo dalla cantautrice Chiara Effe e dalle ambientazioni sonore di Maurizio Palitrottu Pretta. La rappresentazione racconta gli aneddoti più interessanti, bizzarri, commoventi e divertenti della città di Quartu Sant’Aleni. Fatti, aneddoti e curiosità scritti dai testimoni dell’epoca, che assieme richiamano e riportano sotto una nuova luce la storia di Quartu. È un viaggio attraverso le cronache e le memorie di chi l’ha vissuta, tra storia, fantasia e leggenda.

Domenica 18 si torna in centro, all’ex Caserma di via Roma 30, con lo spettacolo proposto dal Teatro Actores Alidos ‘Baracca e Burattori con Pinocchio’, Teatro Tragodia. Testo, regia e scene sono di Virginia Garau; costumi e oggetti di scena a cura di Caterina Peddis, mentre la realizzazione delle scene è di Giuseppe Onnis. Vanno in scena Daniela Melis, Ulisse Sebis e Virginia Garau.

Lunedì 19 il teatro di scena sarà invece Casa Olla. Alle 22, grazie all’Associazione culturale Tra parola e musica, spazio a ‘Maschere di Carta’. Le maschere velano la verità, racchiudono abissi di significati e li rappresentano, nascondono il vuoto nella forma e lo colmano con i segni e l’agire. La rappresentazione sottolinea fatti, pensieri e desideri celati, tra un’espressione e l’altra, nelle pagine della Letteratura. Tra gli ancestrali fuochi del Carnevale rappresentati dai roventi battiti del musicista Andrea Congia, avanzano i vivi versi interpretati da Manuela Ragusa.

Giovedì 22 ecco l’iniziativa voluta dall’Associazione culturale Dorian. Alle 19, nella Sala Affreschi dell’Ex Convento dei Cappuccini spazio alla presentazione del libro ‘We are Family - Storie di unioni civili’, di Giovanni Follesa. Saggista e romanziere, l’autore ha anche firmato soggetto e sceneggiatura di pellicole, quali il cortometraggio ‘Welcome to Cagliari’, premiato al concorso CIVICA, e il film ‘Ospiti’, vincitore del Primo premio al ‘Venice Intercultural Film Festival’. Il volume che presenta a Quartu racconta le varie declinazioni dell’amore attraverso le testimonianze di dodici coppie omosessuali. Un modo diverso per analizzare e testimoniare gli effetti positivi riscontrati in Sardegna a seguito dell’entrata in vigore della Legge Cirinnà, nel 2016.

Alle 21 poi l’appuntamento dell’Associazione culturale Tra parola e musica a Casa Olla, dove è in programma il concerto narrativo ispirato al capolavoro ‘Paese d’ombre’ di Giuseppe Dessì, vincitore del Premio Strega nel 1972. Il libro fu un autentico successo letterario e rappresenta uno fra i titoli più significativi della produzione narrativa dell’autore e della letteratura sarda in generale. La coproduzione ‘Cada Die Teatro’ e ‘Casa di Suoni e racconti’ mette in scena l’opera con Pierpaolo Piludu alla voce e Andrea Congia a chitarra classica e synth.

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
16/09/2022, 13:49

Potrebbero interessarti