PER LE DONNE LAVORATRICI CON FIGLI ARRIVA IL VOUCHER DI CONCILIAZIONE DELLA RAS

Non è facile per una donna riuscire a conciliare il lavoro con la vita familiare. In particolare per le imprenditrici, per le lavoratrici autonome e per le libere professioniste, soprattutto se hanno figli.

Data:
3 maggio 2022

Visualizzazioni:
596

Non è facile per una donna riuscire a conciliare il lavoro con la vita familiare. In particolare per le imprenditrici, per le lavoratrici autonome e per le libere professioniste, soprattutto se hanno figli. La Regione Autonoma della Sardegna interviene con un sostegno economico sotto forma di voucher a rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di servizi e attività per figlie e figli minori di 16 anni e anche delle spese sostenute per l’acquisto di servizi di assistenza per figlie e figli non autosufficienti e/o disabili di qualunque età.

L’Avviso per la concessione del Voucher di conciliazione, finanziato dal POR FSE Sardegna 2014-2020 con una disponibilità di 4 milioni di euro, prevede la formula ‘a sportello’. Coloro che possiedono i requisiti possono prenotare un budget da destinare all’acquisto di diverse tipologie di servizi entro dicembre 2022. Si tratta quindi di un aiuto concreto una tantum per supportare le madri nella difficile ricerca di un equilibrio tra impegno lavorativo e vita familiare; equilibrio che le conseguenze della pandemia da COVID-19 hanno reso ancora più difficile, complicando l’accesso, la permanenza e la crescita professionale delle donne nel mondo del lavoro.

Le risorse finanziarie disponibili ammontano a 4 milioni di euro e il valore del Voucher è pari a 3.000 euro per ciascun figlio/a, fino ad un massimo complessivo di 7.000 euro a destinataria. Il periodo di ammissibilità della spesa è quello compreso tra l’1 aprile e il 31 dicembre 2022 ed è possibile presentare la domanda telematica dalle ore 10:00 del 2 maggio 2022, attraverso il Sistema Informativo del Lavoro disponibile su www.sardegnalavoro.it. L’ordine cronologico di invio telematico delle domande conferisce la priorità nell’assegnazione del contributo. Per ulteriori informazioni è possibile inviare una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

Ulteriori informazioni

Aggiornamento:
03/05/2022, 13:08

Potrebbero interessarti